The Walking Dead: carne avariata

Glenn

Glenn e Maggie


The Walking Dead
torna con la l’episodio 5×3 (Four Walls and a Roof) e noi iniziamo a porci nuove domande mentre la serie ormai segue un ritmo tutto suo! Pensavamo, infatti,  di doverci sorbire un’intera stagione incentrata sulla minaccia dei cannibali e invece, dopo soli tre episodi, il buon vecchio Rick li ha sterminati tutti.
Ma andiamo con ordine: Gareth e i suoi rimandano Bob (ormai senza una gamba) nella chiesetta dove la Grimes family si è ormai installata, ma la vista del corpo mutilato dell’amico non sortisce l’effetto sperato. Rick come sempre non ci delude e, consapevole di essere osservato fin dal inizio, fa credere al gruppo di Gareth di lasciare un piccolo gruppo indifeso in chiesa fingendo di dar loro la caccia. Continua a leggere

Walking Dead “Salvare il Mondo”, ritmi lenti e poche risposte

Carl

Carl

Questo ritmo inizia ad essere decisamente frustrante!
E stavolta trovo che la storia sia decisamente troppo tirata, con troppe scene inutili per lo svolgimento degli eventi. Ma partiamo dall’inizio.
L’episodio si apre su Carl e Michonne mentre scherzano e fanno colazione, e sembra quasi una scena quotidiana, finché l’atmosfera non si guasta quando Carl si mette a parlare di Judith (di cui loro ancora non sanno nulla).
Michonne, dopo aver convinto Rick a riposarsi ancora un giorno, esce con Carl in cerca di provviste (ormai non fanno altro, non ci sarà rimasto mais in scatola nel raggio di chilometri!). Ad ogni modo, durante la loro spedizione nei dintorni, Michonne confida al ragazzino di aver perso il figlio e lui, molto rispettoso del suo dolore, la tempesta di domande, il tutto senza dirci nemmeno nulla di nuovo in merito alla storia della donna, niente che non avessimo già capito nella nona puntata. Continua a leggere

The Walking Dead, aspettando il ritorno

Rick Grames  (Andrew Lincoln)

Rick Grames (Andrew Lincoln)

So bene che The Walking Dead tornerà solo a febbraio, ma il cast comincia decisamente a mancarmi, cosi sono andata in cerca di qualche chicca da condividere con voi in attesa della prossima puntata!
Ed eccovi la prima: un’intervista video a Norman Reedus (Daryl, il nostro favorito, ammettiamolo!), che potete vedere cliccando qui.

Ma ora parliamo di cose più serie: Robert Kirkman rivela che nella seconda parte di questa quarta stagione verranno approfonditi alcuni personaggi introdotti all’inizio.
Per esempio Bob, che ci darà molte risposte ed assumerà un ruolo centrale nella narrazione. Continua a leggere

Walking Dead: attacco dall’interno

Patrick

Patrick

 

Benvenuti al terzo appuntamento con una rubrica che vi accompagnerà per tutta la stagione.

Vi avevamo avvertiti che la pacchia era finita! Una seconda puntata di The Walking Dead strepitosa! Dopo un primo episodio lentissimo che ci aveva lasciati sulle spine, il secondo è stato un’esplosione di eventi! 

Da dove iniziare…proviamo dall’inizio! Innanzitutto chi voleva gli zombie è stato accontentato da un’apertura di puntata alquanto splatter … ma non aspettavamo altro!
E abbiamo anche i primi risultati del totozombie: dopo la morte di Patrick (Vincent Martella) e la sua trasformazione, all’interno del braccio D si è scatenato il panico.

Ovviamente i primi a morire sono stati i personaggi secondari e, come ci aspettavamo, si tratta proprio di una malattia, più precisamente di un batterio che uccide molto in fretta, e ormai sappiamo che nessuno rimane morto per molto tempo. Continua a leggere

Walking Dead: aspettando la seconda puntata

In attesa della seconda puntata, in onda stasera, della nuova stagione di The Walking Dead, per tutti gli scriteriati che lunedì scorso si fossero persi il primo appuntamento (ma non saranno stati molti visto che ci sono stati oltre 16 milioni di telespettatori, addirittura più che per il finale della terza stagione), e per chi invece volesse solo condividere le proprie impressioni, abbiamo generosamente deciso di regalarvi questo breve riassunto.

La prima puntata si è aperta su un Rick (Andrew Lincoln) molto diverso da quello che avevamo lasciato a combattere i ragazzi di Woodbury. Il gruppo si è allargato e la prigione è diventata molto più di un accampamento improvvisato, con tanto di orticello e allevamento.
L’episodio, in verità, non ci ha regalato grandi palpitazioni, ma siamo abituati agli inizi calmi e tranquilli. La lentezza del racconto calza alla perfezione con la nuova minaccia che iniziamo ad intuire … qualcosa uccide gli animali e le persone, presumibilmente una malattia. Continua a leggere

The Walking Dead: chi non muore si rivede. E chi muore pure.

L’abbiamo aspettata un anno, e finalmente due giorni fa, lunedì 14 ottobre,  Fox ha trasmesso in contemporanea con gli Stati Uniti la prima puntata della quarta stagione di The Walking Dead.

Sono passati tre anni da quando Rick Grimes (Andrew Lincoln) si è svegliato da solo in ospedale, ed insieme al suo personaggio si è evoluta ed è cresciuta anche la serie.
Il vice-sceriffo è passato dal ruolo di “buon samaritano” (quello che aveva rimorsi per Merle, la testa calda del gruppo, e aveva rischiato la sua vita per rimediare all’incidente sul tetto del centro commerciale di Atlanta), a quello di sopravvissuto con tutte le carte in regola.Ha imparato a guidare il resto del gruppo mettendo da parte i suoi buoni propositi a favore della sopravvivenza.Chi, tra i fans di The Walking Dead non è rimasto a bocca aperta quando, nella terza stagione, Rick per proteggere il gruppo ha letteralmente piantato la sua lama nella testa di un detenuto della prigione dove si erano da poco rifugiati? Continua a leggere