Remail, Mastrota e le vasche da bagno killer

Giorgio Mastrota pubblicizza remail

Giorgio Mastrota pubblicizza Remail

Allora, parliamoci chiaro: non avrete mica voglia di tenervi la vostra vasca da bagno, vecchia, obsoleta e pericolosa?
Ma sapete quante persone ogni anno muoiono nella vasca da bagno? O, peggio, sapete quanti vecchi non riescono più ad entrarci? Per questo puzzano, e ne sa qualcosa Mr.B. a Cesano Boscone!
Comunque le alternative sono due: o cambiate immediatamente la vostra vasca killer con una doccia o Mastrota viene a casa vostra con la polizia e vi denuncia per maltrattamento di anziani aggravato da futili motivi!

Il povero anziano non riesce ad entrare nella vasca. E meno male, visto che è ancora vestito!

Il povero anziano non riesce ad entrare nella vasca. E meno male, visto che è ancora vestito!

Ora ditemi la verità: chi di voi non ha i maroni frantumati da Mastrota che vuole venderci la doccia? Anzi, nemmeno quello, magari! No no, lui vuole proprio toglierci la vasca da bagno! Cioè, se tu vuoi solo la doccia mica te la vende! Chissà, forse è un feticista delle vasche da bagno e tutte quelle che  “i tecnici specializzati Remail” si portano via, le regalano a lui che ci fa delle orge.
A proposito di tecnici, lui ci tiene moltissimo a sottolineare che non sono muratori o idraulici. Al che ti viene il sospetto che mandino degli ingegneri aerospaziali a sistemare il bagno. D’altra parte a che servono un muratore e un idraulico se devi montare una doccia? Solo gente laureata, please.
Così, per 15 minuti, Mastrota non tenta solo di spiegarti quant’è bella la doccia che ti vuole vendere, ma, soprattutto, quanto fa schifo la tua vasca!
“Quante volte la usate? Una volta al mese? Una ogni 15 giorni? Una alla settimana?”
A’ Mastro’, ‘na carrettata de cazzi tua no, eh?

Gli elegantissimi plurilaurati di re

Gli elegantissimi plurilaureati di Remail ti smontano la vasca. Basta idraulici e operai!

Ora tu sei lì che ti trattieni dal mandarlo a quel paese mentre lui, urlando come un forsennato,  cerca di convincerti che questa bellissima doccia ce l’ha lui, sua madre, sua nonna, sua zia, la cognata di una bis-cugina, il fratello del portinaio e il cane del postino. Quindi non può mancare proprio a te!
E poi, insiste, questa doccia Remail ha degli accessori incredibili: la “seggiola fatta apposta da Remail” (ovviamente non da un falegname, ma da un architetto), “la maniglia antiscivolo” (tipo autobus, che sciccheria!),  l’apertura ampia “per le persone magari un po’ più sovrappeso,o per quelle che vogliono entrare con gran comodità nella propria doccia.” (praticamente ci passa un tir), perfino “il rubinetto che in qualsiasi momento ti fa mettere acqua calda o fredda” (capito che tecnologia? Non come voi che l’acqua la scaldate ancora sul fuoco  poi la buttate nella vasca!).

Mastrota

Mastrota e il consulente con l’aria da maniaco

Ma l’importante, insiste, è liberarsi della vasca.
Cogliamo fior da fiore:
“Finalmente aprite la doccia, non più quella vasca fastidiosa, difficile, pericolosa, lo sa mia mamma, che aveva paura a entrare nella vasca da bagno!”
“Cambiate la vasca che non vi fa star bene!”
“Che pericolo queste vasche!”
Poi, a un certo punto, sbrocca completamente:
“Ho gli amici che hanno il cane e nella vasca schizza, invece se gli fate la doccia…”
Quindi arriva il cazziatone:
“Dovete cambiare abitudini! Basta! La vasca da bagno non usa più ! Andava bene negli anni ’80 forse nei ’90!”
Insomma non siete trendy se vi fate il bagno!

La ragazza in doccia rigorosamente in bikini

La ragazza in doccia rigorosamente in costume

Anche le immagini non sono da meno: dentro la doccia ci sono giovani ragazze, ovviamente, tutte in costume, mentre nella vasca entrano persone anziane, rigorosamente in vestaglia, pigiama e ciabatte.
Gli anziani servono anche a dimostrare che la vasca è scomoda, così sono costretti a fingersi semiparalitici, quasi disperati mentre cercano, invano, di entrarvi.
Per non parlare dei filmati degli elegantissimi tecnici specializzati che ti smontano la vasca in camicia azzurra. o del consulente con l’aria da maniaco che prova ad intortarsi i due poveri vecchietti.

Lo sconto stivo n nda a novembre

Lo spot estivo in onda a novembre

Il tutto senza mai, dico mai, accennare al prezzo della doccia! Dice solo che è “un piccolo prezzo di fabbrica, a cui togliere il 50% di detrazione fiscale(come se fosse uno sconto che ti fanno loro!) più il 20 % di sconto estivo, ma solo per questo mese!
Peccato che siamo a novembre.

Ps: questo spot è così insopportabile e così invasivo, che c’è chi ha perfino aperto una fan page su Facebook dal nome: Muriamo Mastrota nella doccia Remail!

Otello Piccoli

Annunci

21 thoughts on “Remail, Mastrota e le vasche da bagno killer

  1. In effetti Mastrota urla un po’ troppo ma devo dire che il prodotto è buono.
    Io ho acquistato una trasformazione vasca in doccia di Remail e funziona!

  2. Ci piacerebbe molto comprare la doccia Remail ma fintanto che continueranno ad usare una testimonial con una voce cosí sgradevole non se ne parla proprio……non bastava Mastrotta!!!!!!

  3. Per niente affidabile, Ho qualche dubbio sulla veridicità di questi commenti.
    Niente professionalità e nonostante sia ancora in garanzia la mia doccia non vogliono occuparsene delle criticità che ho loro raccontato. Non hanno nemmeno avuto voglia di accertarsene personalmente, ma mi hanno liquidato telefonicamente dopo veri tentativi di contattarli.
    Non mi sembra né serio, né ancor meno professionale da parte vostra.

    • “Ho qualche dubbio sulla veridicità di questi commenti.”
      ma come, non ti fidi di tutti i clienti soddisfattissimi degli ingegneri aereospaziali di Remail??

  4. Circa tre anni fa ho fatto fare i lavori alla Remail (eliminazione della vasca e posa della doccia). Non rifarei la stessa esperienza neanche se fosse la stessa Reamila a pagarmi i lavori. Materiali scadenti, perdite già dopo pochi mesi dai lavori, pannelli del box doccia mal fissati, insomma un disastro. E non sono mica a buon mercato. Che Schifo!!!!

  5. In effetti Mastrota è un po’ pesante però ho trovato comunque il coraggio di chiamare Remail per la trasformazione da vasca in doccia e devo dire che mi sono trovata bene!

  6. Non contatto mai le aziende che si pubblicizzano in televisione, ma questa volta ho voluto provare. Ma chi me l’ha fatto fare? Ho fatto sostituire la vecchia vasca con la doccia e sono venuti a fare il lavoro 2 operai dell’est, che hanno fatto tutto in un pomeriggio. Dopo alcune settimana le ante del box doccia non scorrevano e si incatravano le une con le altre e dopo alcuni mesi abbiamo incominciato ad avere delle infiltrazioni d’acqua al piano sottostante e alla parete della stanza attigua. Mi sono rivolta allora ad un idraulico il quale ha risiliconato tutte le fessure, ma le perdite sono continuate fino a creare una grossa chiazza di umidità sulla parete esterna dell’edificio. Adesso ho incaricato una ditta della zona di rifare tutto il lavoro e appena hanno sollevato il piatto doccia che Remail aveva appoggiato …sorpresa! Abbiamo trovato chili di macerie del lavoro precedente che invece di essere rimosso e smaltito come Remail si era impegnato a fare sono state ammucchiate sotto il piatto doccia che, tra l’altro, era stato fissato (si fa per dire) con un po’ di poliuretano espanso. Dire che è una schifezza è quasi un complimento. Lo dico a chi ha bisogno di fare dei lavori in bagno e sta pensando di affidarli a Remail non fatelo! Non fidatevi della pubblicità, affidatevi ad una ditta seria, tra l’altro Remail non è neanche a buon mercato, anzi. Mai più!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...