Masterpiece: “non faccio sesso, però mi masturbo”. Ottanta angoscianti minuti tra gli aspiranti scrittori italiani

Giancarlo De Cataldo, Taiye Selasi, Andrea De Carlo

Giancarlo De Cataldo,
Taiye Selasi, Andrea De Carlo

Prendete un maniaco sessuale, un’ex anoressica, un segaiolo, un ex detenuto e un bel po’ d’umanità varia.
Aggiungete un pizzico di Andrea De Carlo (uno che intitola i libri Due DI Due, Di Noi Tre, Sei Per Otto Quarantotto, e meno male che non è un matematico se no eravamo rovinati) Giancarlo De Cataldo (autore di Romanzo Criminale), e Taiye Selasi, (una che ha scritto un solo romanzo, il cui titolo originale è Ghana Must Go, ma in Italia l’hanno tradotto “La Bellezza Delle Cose Fragili” altrimenti non se lo comprava nessuno).
Portate tutto in ebollizione ed ecco a voi la nuova ricetta: l’ultimo disperato tentativo di Rai Tre per fare un po’ di ascolti.
“La nostra scommessa è dimostrare che la letteratura non è roba per sfigati”, ha affermato De Cataldo.
Ma allora come ve li siete andati a scartare i concorrenti? Continua a leggere

Filippo Timi: indagini da bar

Filippo Timi

Filippo Timi

Dopo Quo Vadis Baby, Romanzo Criminale, Faccia D’Angelo, continua la sperimentazione seriale di Sky.
Arriva, infatti, su Sky Cinema la nuova miniserie tv “I delitti del BarLume“, tratta dai fortunati romanzi di Marco Malvaldi.
Composta da due episodi della durata di meno di 80 minuti, la serie, ambientata nella provincia toscana, ha per protagonista Filippo Timi nei panni del barista Massimo.

Ex matematico, lascia la facoltà per gestire un piccolo bar di provincia, costantemente “occupato” da un gruppo di fanatici attempati(nelle interviste Timi li definisce quattro “Colombo” in pensione, caserecci, che ne azzeccano una su quattro) che, per spezzare la noia tra una partita a carte  l’altra, si improvvisano detective e lo coinvolgono, suo malgrado, nelle indagini sui delitti avvenuti nella zona. Continua a leggere