La Notte degli Oscar: vincono Birdman, Grand Budapest Hotel e Neil Patrick Harris

Il trionfo di Birdman

Il trionfo di Birdman

Sul palco del  Dolby Theatre di Los Angeles sono due i film a fare incetta di statuette: Birdman di Alejandro González Iñárritu e lo splendido Grand Budapest Hotel di Wes Anderson.
Ma quest’anno niente emozionante attesa come per il film di Sorrentino, nella scorsa edizione.
A condurre la serata uno spumeggiante Neil Patrick Harris che da solo vale la visione de La Notte degli Oscar (non ce l’hanno Carlo Conti, loro!).
Continua a leggere

Annunci

La notte magica di Sorrentino: Oscar per La Grande Bellezza. Gravity domina (7 statuette), ma il miglior film è 12 Anni Schiavo

Paolo Sorrentino e Toni Servillo ritirano l'Oscar per il miglior film straniero

Paolo Sorrentino e Toni Servillo ritirano l’Oscar per il miglior film straniero

Doveva essere la notte di Paolo Sorrentino e così è stato. La Grande Bellezza vince l’Academy Award for Best Foreign Language Film, altrimenti detto “Oscar per il Miglior Film Straniero“, battendo anche lo stupendo “Il Sospetto“, di Thomas Vinterberg.
Non ho nessuna voglia di fare il campanilista, per cui non blatererò sull’orgoglio italiano e roba varia, certo è che con questo successo Sorrentino riporta il nostro cinema all’attenzione del pubblico internazionale, e dimostra che c’è ancora una certa fibrillazione culturale in un Paese ormai in angosciante declino.

Il premio, a mio parere, è meritatissimo. Certo gli Oscar non sono Cannes o Berlino, eppure l’impatto che hanno sul pubblico è tale da renderli il premio più importante del cinema mondiale. Continua a leggere