Vagisil, e tra le cosce non ci sarà più il Sahara

IMG_6254
Vi ho già parlato di spot sui prodotti contro il prurito intimo, ma qui si fa un grande passo in avanti verso il futuro.
Già, perché non si tratta più delle amiche che ti aspettano annoiate pensando a te che intanto ti gratti. No, qui si fa sul serio, qui si parla di sesso!
Ovviamente sesso non si può dire, perché siamo nel 2014, i ragazzini di 12 anni fanno le orge sotto alla cattedra dell’insegnante di italiano, ma noi ci sentiamo meglio se certe parole non le usiamo proprio.
Quindi una sana scopata va chiamata “momento intimo”, un po’ come il prurito. Roba da distruggere la virilità di qualsiasi maschio.
Ma andiamo con ordine.  Continua a leggere

Annunci

Activia: la balla del Bifidus e i sorrisi che vengono…da dentro!

Alessandro Borghese per Activia

Se c’è una cosa nella vita che non ho mai potuto sopportare è il Bifidus!
Ora lo so, posso passare per pazzo, ma seguitemi e capirete che non è così! Spero.
Alessandro Borghese, chef noto più per le sue presenze televisive che per i ristoranti in cui ha lavorato, sta palleggiando con una mela verde, forse convinto che si tratti di una pubblicità della Mentadent, quando, alla domanda curiosa della sua amica, le confessa che ha un trucco per mantenere quel bel sorriso così intelligente e così amichevole, che ti verrebbe voglia di vederlo recitare la parte della vittima nella trilogia completa di Hostel: va tantissimo al cesso. Come? Mangiando Activia, ovviamente!

Per lui la regolarità intestinale è tutto! Se si è alzato soddisfatto dalla tazza può succedere qualunque cosa: gli muore il gatto, gli affettano la nonna, lo chiudono in uno sgabuzzino con Aldo Biscardi. Lui non fa una piega. Continua a leggere

Relazioni Pericolose: uomini che manipolano le donne


Michigan 1998: Christine Marie è una madre single mormona e, nonostante la sua religione vieti i rapporti al di fuori del matrimonio, ha una relazione con un uomo.
Pentita, chiude la storia e si confessa, ma il vescovo la scomunica.
Lei è in preda al terrore, la scomunica le impedirà di rivedere i suoi figli nell’aldilà.
Decide così di farsi ribattezzare e dopo due anni di emarginazione riesce nel suo intento.
Ma una notte ha un sogno rivelatore: un uomo le annuncia che staranno insieme per sempre.
Alla ricerca di un mormone single Christine Marie decide di trasferirsi nello Utah, patria dei mormoni.

Un giorno viene invitata ad una festa e conosce Adam. Lui è ateo, e lei si convince che questa è la prova che Dio le chiede di affrontare, quindi accetta di continuare a vederlo.
Dopo qualche giorno di frequentazione Adam tenta un approccio ma lei, ancora scottata dalla scomunica, lo respinge. Continua a leggere

Se Telecomando va in vacanza con Babbo Bastardo

 Billy Bob Thornton e Lauren Graham

Billy Bob Thornton e Lauren Graham

Non ci sono alternative, devo staccare per qualche giorno.
Lo so, lo so, penserete di non potercela fare senza i post quotidiani di Se Telecomando, ma con un po’ di sforzo so che ci riuscirete.
E, se proprio foste in crisi di astinenza, potete sempre andare a ripassare i vecchi post: ce n’è per forza uno che vi è sfuggito!
Ma, prima di lasciarvi, vi regalo una piccola chicca. Potete considerarlo il mio dono di Natale.
Stamani, infatti, Sky Cinema Christmas ha inaugurato la giornata natalizia con Babbo Bastardo, una commedia cinica e spietata che fa a brandelli e spazza via tutte le ipocrisie ed i finti buonismi a cui siamo abituati in questo periodo. Assolutamente imperdibile! Continua a leggere

Boris, il capolavoro che ha denunciato la tv “a cazzo di cane” (II Parte)

Boris – Gli scenggiatori (Valerio Aprea, Massimo De Lorenzo, Andrea Sartoretti)

Il secondo capitolo (il primo lo trovate cliccando qui) dell’analisi su Boris non può che aprirsi con gli sceneggiatori.
Torre, Ciarrapico e Vendruscolo, con un’autoironia di livello veramente raro, inseriscono tre personaggi anonimi (nel vero senso della parola, non vengono mai chiamati per nome), nel ruolo degli sceneggiatori, interpretati da Valerio ApreaMassimo De Lorenzo e Andrea Sartoretti.
Tre allegri fancazzisti strapagati, raccomandati, iscritti a “Sceneggiatura Democratica”, la correnti di sinistra della lobby degli sceneggiatori.
I tre passano il tempo a cazzeggiare, e riducono il proprio lavoro al minimo indispensabile, anzi spesso anche a molto meno.
Chiudono tutte le scene su personaggi basiti, preparano la “sotto-trama comica” scrivendo “qui gli attori improvvisano una scena comica”, e, nella terza stagione, saccheggiano a mani basse serie tv americane spacciandole per loro.
Da malore la sequenza della “festa del grazie”: i tre delinquenti hanno italianizzato la festa del ringraziamento, sostituendo il tacchino con le quaglie e quando arriva il giorno delle Continua a leggere

Piccolo post domenicale: Se Telecomando arriva su Facebook

Daenerys Targaryen (Emilia Clarke)

Daenerys Targaryen (Emilia Clarke)

Visto che è domenica, e che mi ero ripromesso di farne giorno di riposo, il brevissimo post di oggi serve solo a dirvi che Se Telecomando tre giorni fa ha fatto il grande passo e s’è affacciato nel magico mondo dei social network.

Sommerso di critiche per non averlo ancora fatto, ho deciso infatti di aprire la Fan Page del blog su Facebook (la trovate cliccando qui). Un modo per avere un contatto più diretto con i lettori e per ricevere un feedback in termini di utenza e di fruizione dei post.

L’immagine di copertina è quella, riconoscibile, del blog, mentre per l’immagine del profilo ho scelto la foto di Emilia Clarke nei panni di Daenerys Targaryen, uno dei personaggi de Il Trono di Spade, di cui parleremo nelle prossime settimane.
Si dà poi il caso che  un’altra immagine di Daenerys faccia da copertina al mio profilo fb, quindi mi è sembrato un modo per personalizzarla un po’.

Ma vista la mia idiosincrasia verso le richieste tipo ” Asterlapio ti ha chiesto di cliccare Continua a leggere