Da Vinci’s Demons: Leonardo senza Leonardo. Però funziona!

Leonardo

Leonardo (Tom Riley)

Per farsi piacere Da Vinci’s Demons c’è solo una cosa da fare: dimenticarsi che si tratta di Leonardo Da Vinci.
Pensate più ad un cocktail tra lo Sherlock Holmes di Robert Downey Jr, Johnny Depp in “From Hell” ed Ezio Auditore, protagonista della serie di videogame “Assassin’s Creed“.
Sì perché, per i puristi del genere storico, la serie tv britannico-statunitense, di cui ieri è partita la seconda stagione su Fox, è evidentemente un pugno allo stomaco. Non solo la parte “fantastica” strapazza la ricostruzione storica, ma gli anacronismi saltano fuori come funghi.
Se invece siete capaci di spingere la sospensione dell’incredulità verso limiti estremi, ma veramente estremi, allora potrete godervi appieno lo spettacolo. Continua a leggere