Schiavizzata, stuprata e torturata con regolare contratto

Coleen, nella fiction, sta per essere frustata da Cameron

Coleen, nella fiction, sta per essere frustata da Cameron

Nel 1977 Coleen Stan, una ragazza dell’Oregon, ha solo 20 anni, e vuol fare una sorpresa agli amici, raggiungendoli in California in autostop. A darle un passaggio è una giovane coppia con una bimba neonata.
Coleen non arriverà mai in California, perché Cameron e Janice Hooker la rapiscono e la portano in uno scantinato. Qui la ragazza viene fatta salire su uno scalino, e viene appesa per i polsi. Quindi Cameron dà un calcio allo scalino lasciandola penzolare ed iniziando a frustarla. Lei urla disperata. Chi sono quei due? Perché stanno facendo questo? Perché a lei? E quando finirà? Poi lui e Janice cominciano a fare sesso.
Infine la legano nuda ad un tavolo, le chiudono la testa in una scatola di legno e vanno via.
Le torture continuano quotidianamente per circa un’ora al giorno. Le altre ventitré  le passa legata, con la testa chiusa nella scatola. La ragazza soffre per la claustrofobia, ha attacchi di panico continui. Ma più piange, si dispera, urla, più viene punita con frusta e catene. Continua a leggere