Come mi vorrei? Come Belen! Ma gli spettatori si ribellano: chiudete il programma.

Belen Rodriguez e il suo staff

Belen Rodriguez e il suo staff

“Ciao Belen, ho tagliato i capelli  troppo corti e mi sono pentita, come faccio? Ciao Belen, sono troppo timida e non riesco ad uscire dal guscio, aiutami tu! Ciao Belen, i ragazzi che conosco dopo tre giorni scappano!”.
Comincia così, con Belen Rodriguez che guarda improbabili videomessaggi sul tablet e poi, a metà tra Evita Peron e la Fata Madrina, sceglie un fortunata e corre in suo soccorso.
Quindi nell’ordine: le fa una seduta tipo assistente sociale, sbircia insieme alle amiche della prescelta il guardaroba bocciandolo in pieno, le rovina lo specchio scrivendoci sopra banalità sui cambiamenti che deve effettuare, e poi parte lo show.

Denise ha un po’ la voce di Paperino, ed è talmente timida che, dice lei, non risponde alle interrogazioni e così a venti anni va ancora a scuola (maledizione, questa della timidezza è strepitosa, peccato non averci pensato ai tempi del liceo!). Però, fortunatamente, riesce a vincere la timidezza giusto giusto per andare in tv.
Poi comincia a parlar male di sé “ho le gambe a banana, ho la gobba”, see la dentiera, la sclerosi e il morbillo!
Belen guarda in macchina: “Denise, non hai la schiena a punto interrogativo!”.

Belen guarda in macchina per parlare col pubblico

Belen guarda in macchina per parlare col pubblico

Poi arriva il dialogo più geniale
Belen: tu sai di essere bella?
Denise: no!
Belen: che vuoi fare da grande?
Denise: la fotomodella!
Cioè, sei convinta di essere un cesso e vuoi fare la fotomodella? Il prossimo dialogo sarà “sono un’idiota” “e che vuoi fare da grande?” “boh punto al Nobel per l’economia”.
Nel frattempo, Belen sta già spulciando l’armadio con le amiche che dicono “sìsì che schifezza”, roba che ti verrebbe di dir loro: scusate ma se lo sapete già che si veste male, aspettavate la tv per darle un consiglio?
No, perché ormai siamo pieni di ragazzine che non si piacciono e vogliono cambiare look, solo che invece di andare dal parrucchiere o dall’estetista, vanno in tv.

Intanto si scopre che la timidona ha in camera praticamente solo foto in pose sexy. Pensate se fosse stata spigliata!
Dopo la cerimonia dello specchio la vestono, le fanno un servizio fotografico, et voilà, ora è una fotomodella, problema risolto.
Certo lei è un po’ impacciata, e allora Belen, con garbo e con un’imprevedibile pronuncia milanese, le dice: “così non sei sexy, tira fuori el cul!”.

Fatto ciò la lavano, la stirano, la ammirano, la truccano, la sistemano, la vestono e la mostrano alle amichette in estasi: ora sì che la loro amica è un po’ Belen!
Ma lei ancora non si è vista, quindi la mettono davanti allo specchio così che possa fare oooh.

Denise prima e dopo

Denise prima e dopo

Quindi la mandano all’appuntamento col fidanzato, che sbava nel vederla in versione superfighetta, aprono insieme il regalo di Belen, che poi sono solo le foto del servizio e, fingendo di non sapere di essere inquadrati, si fanno la chiacchieratina tra fidanzati in cui lui le propone di andar a vivere insieme.
Stupore! Lei accetta. Spontanei davvero.
La dichiarazione finale di lei è: “le mie amiche da ora in poi non mi vorranno vedere più in tuta”. Non sia mai! Sacrilegio! Anche per casa, gira solo griffata Dolce e Gabbana, mi raccomando!

Poi c’è Annalaura, quella dei ragazzi che scappano. Secondo Belen è perché parla troppo, così le organizza uno speed date: può parlare con tre ragazzi per 90 secondi, ma nessuno resiste più di 40 e la mollano lì. Che carini.
Il procedimento è identico, solo che questa, invece di essere più sicura di sé deve solo, dice la conduttrice, stare un po’ zitta.

Belen e Annalaura

Belen fa le sedute di analisi

Insomma la donna che ci propone “Come mi Vorrei“, il nuovo format in onda tutti i giorni alle 17:15 su Italia Uno, su cui imperversa una forte polemica, non deve essere troppo timida, altrimenti non veste sexy, ma nemmeno con troppa personalità, altrimenti scassa i maroni. Deve essere cucita per bene addosso al maschietto che deve portarsela a letto o all’altare, possibilmente rinunciando definitivamente alla propria personalità, per omologarsi all’ideale maschile.
Belen lo dice chiaramente, a proposito di Annalaura: “ma quanto tempo si può resistere con una donna (non una persona, una donna!) che parla, parla, parla?” Quindi, donne, se volete realizzare il sogno del principe azzurro, dovete stare solo zitte.

Annalaura diventa una bambolina

Annalaura diventa una bambolina

Il programma, eccessivamente patinato, confezionato per essere ammiccante, con il brand “Come mi vorrei” stampato dappertutto, non è poi così diverso da tanti altri che da anni imperversano, soprattutto sulla tv a pagamento, come Bella più di Prima, Tacco 12, Dire Fare Baciare (clicca sui titoli per leggere i post).
Belen, che nel ruolo della conduttrice non è davvero a proprio agio e forse farebbe meglio a limitarsi ad essere il sogno erotico dell’italiano medio dopo la scomparsa di Valeria Marini, non è la cosa peggiore del format. Anche se ce la mette tutta.

Belen Rodriguez fa da modello alle giovani italiane

Belen Rodriguez fa da modello alle giovani italiane

Il vero problema è questa idea dei giovani e delle donne (figuriamoci delle giovani donne) che ha la tv di oggi. Tv spazzatura da ingoiare a grandi cucchiaiate senza porsi troppe domande, in cui i valori si confondono e si mescolano. Così l’emancipazione avviene non attraverso la conoscenza e la lotta, ma attraverso l’omologazione e l’ingresso nel branco.
E, dal branco, puoi sempre puntare il dito contro quella sciatta, quella sfigata, quella che esprime la propria personalità che, agli occhi delle menti stereotipate, diventa l’estranea, l’appestata, la nemica.

La sfiga di Belen, piuttosto, è che il suo programma sia finito nell’occhio del ciclone grazie all’appello di una studentessa, Camilla “Bliss”, che lo ha visto e lo ha denunciato, raccogliendo in poche ore quasi quarantamila firme.
Che il pubblico si stia finalmente svegliando? Sarebbe ora.

Otello Piccoli

Annunci

4 thoughts on “Come mi vorrei? Come Belen! Ma gli spettatori si ribellano: chiudete il programma.

  1. Pingback: Tu sì que vales: tutto già visto e già scartato | Se Telecomando

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...