The Walking Dead si ferma, strage di metà stagione

La Chiesa

Gli zombie all’entrata della chiesa

Eccoci finalmente arrivati al finale di metà stagione, ed è un vero sollievo per chi come me, nonostante i difetti sempre più numerosi della serie, non riesce proprio a smettere di seguirla! Autolesionismo televisivo! Ad ogni modo, se le altre puntate avessero avuto lo stesso ritmo della 5×8, forse non avremo assistito al declino della serie. Purtroppo un buon episodio ogni otto mi sembra un po’ poco per rialzare il livello.
Il racconto si apre sulla fuga dell’agente scappato dalle inesperte mani di Sasha mentre riconosciamo il primo piano degli stivali da cowboy di Rick che si lancia al suo inseguimento e squarta uno zombie en passant! Ah Rick, se non ci fossi tu! 

Bob investito da Rick

Bob investito da Rick

Ma il nostro vice sceriffo preferito non si limita ad inseguire il fuggitivo anzi, dopo essere salito in macchina ed avergli intimato di fermarsi senza successo, non ci pensa due volte e lo investe guadagnandosi i miei applausi, perché era ora che qualcuno dimostrasse di aver un po’ di sale in zucca! E non finisce qui, perché Rick non si lascia intenerire e, non solo si rifiuta di portare il ferito in ospedale, ma con la disinvoltura di uno che merita di sopravvivere gli spara in testa! Decidendo insieme agli altri prigionieri di raccontare a Dawn che l’uomo è stato attaccato dai putrefatti, così da evitare che la donna voglia vendicarsi.

Padre Gabriel

Padre Gabriel scappa dagli zombie

La puntata prosegue con Padre Gabriel ritornato nel punto in cui i cannibali avevano banchettato con la gamba di Bob, per vedere coi propri occhi di cosa erano capaci quelli del gruppo dei Martin. Evidentemente il piccolo scontro avvenuto in chiesa, quando Gareth e i suoi sono tornati per mangiarli, non è bastato a convincerlo di chi erano i buoni e chi i cattivi, ma a questo provvede il piede di Bob ancora sulla griglia. Padre Gabriel, però, non è decisamente un tipo sveglio, come avevamo avuto modo di vedere già dalla sua prima apparizione (appollaiato su una roccia e circondato dagli zombie) e anche questa volta non si smentisce, e tornando alla chiesa si riporta dietro una folla di zombie. La scampagnata sembra essergli servita e mentre viene messo alle strette proprio all’ingresso della chiesa decide di voler sopravvivere. Per sua fortuna non c’ero io in chiesa, perché l’avrei lasciato fuori a farsi sgranocchiare! Invece Carl e Michonne non solo lo fanno entrare, ma sono costretti a battere in ritirata chiudendo gli zombie all’interno. Tra l’altro vorrei sottolineare come Michonne combatta con disinvoltura con la spada in mano e la piccola Judith in spalla.

Michonne in azione

Michonne in azione

Mentre Padre Gabriel, Michonne, Judith e Carl sono rimasti fuori dalla chiesa che avevano barricato a dovere e io penso già ad un piano di bonifica della navata, gli autori risolvono il problema con il ritorno del figliol prodigo, il rosso dal pugno di ferro! Eh, beh, così sono bravi tutti!
Nel frattempo l’attenzione si sposta su Beth e Dawn, per sentire quest’ultima che ci racconta di come abbia preso la guida dell’ospedale, cosa che a noi non interessava minimamente, diciamoci la verità! Ma la storia inizia a farsi interessante quando Dawn minaccia O’Donnell e con l’aiuto di Beth lo scaraventa nella tromba dell’ascensore.  Dal canto suo, Rick incontra due agenti di Dawn per negoziare lo scambio che avviene proprio in ospedale. Ma lo scambio non va come le parti avevano previsto: infatti, dopo aver scambiato Carol e Beth con i suoi due agenti, Dawn pretende che Noah torni con loro. Il ragazzo accetta per evitare uno scontro, ma la piccola e dolce Beth pianta un paio di forbici nella spalla di Dawn, a cui parte un colpo che fa saltare la testolina bionda di Beth!

Dawn e Beth durante lo scambo

Dawn e Beth durante lo scambio

Attimo di panico … gli uomini dell’ospedale si guardano increduli, Rick e i suoi sono spiazzati e Daryl è incazzato nero, ma  ci mette solo un paio di secondi prima di sparare in testa a Dawn. La tensione nel corridoio dell’ospedale sale alle stelle ma il gruppo di Dawn non vuole spargimento di sangue e nemmeno che Noah torni con loro, anzi: essersi liberati di Dawn è probabilmente ciò che volevano.
Momenti strazianti, tutta la Grimes’ family piange mentre io zompetto felice sul divano, finalmente una in meno … Tyreese ricorda che sei il secondo della lista!
Ad ogni modo, mentre la tensione scende, il gruppo dell’ospedale propone a Rick e ai suoi di rimanere, ma l’uomo rifiuta e anzi si offre di portare via chiunque si trovi nell’ospedale e abbia voglia di unirsi alla Grimes’ family.

Foto di gruppo

Foto di gruppo post tragedia: Maggie trova sua sorella morta

Quando escono dall’ospedale incontrano il gruppo di Abraham e Maggie, arrivata giusto in tempo per vedere sua sorella morta tra le braccia di Daryl… che piange!! Io invece ero tanto felice della morte di Beth quanto dispiaciuta per Maggie che si era illusa per qualche ora di ritrovare la sorella.
La puntata però non si conclude qui, e di nuovo, dopo i titoli, vediamo Morgan che seguendo i segni sugli alberi si ritrova nella chiesa ormai abbandonata e, dopo essersi inginocchiato all’altare e aver lasciato una merendina e un proiettile (che uomo premuroso, già mi piace!) trova una mappa a terra (quella lasciato da Abraham a Rick) con la scritta “il nuovo mondo avrà bisogno di Rick Grimes”. Spero per lui che non si diriga verso Washington perché nel frattempo il gruppo ha capito di essersi fatto fregare da Eugene.

Morgan

Morgan in chiesa

Personalmente la puntata non mi è dispiaciuta e non solo perché hanno fatto fuori Beth, ma anche per i ritmi. Però credo che come finale di metà stagione sia un po’ scarso, mentre è il tipo di puntata che avrei voluto vedere fin dall’inizio della stagione. Per di più Tyreese è ancora vivo! Ormai non so proprio cosa aspettarmi di buono della seconda parte della stagione, temo che ci toccherà sorbirci le paranoie di ogni membro della Grimes’ family e, per quanto riguarda lo schema usato fin’ora, ci possiamo aspettare una nuova minaccia, ma anche questa, come gli zombie, servirà solo da contorno.

Questa volta niente appuntamento a lunedì per la puntata, né a martedì per il commento. Eh, lo so, siete disperati, ma lunedì 8 torna su Fox una delle mie serie preferite, ma ne parleremo a breve sul questo blog!

Johanne Inglesi

Annunci

One thought on “The Walking Dead si ferma, strage di metà stagione

  1. Pingback: Sanremo: Conti, Al Bano e Romina, Siani, e la Banalità del Male | Se Telecomando

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...