Masterchef Italia: svolta made in Usa per le selezioni

I venti concorrenti di Masterchef Italia

I venti concorrenti di Masterchef Italia

Avevamo lasciato le selezioni a metà strada l’altra settimana (per leggere clicca qui), ed ecco arrivare la conclusione dello scorso giovedì.
Ma con una novità: dopo la prima selezione, la scrematura si svolge con una prova culinaria in due parti, proprio come la versione made in Usa, e non con la solita pelatura delle patate
Questo fa guadagnare un punto a questa nuova edizione: più cibo, meno chiacchiere.

Si inizia subito molto bene. Con un solo concorrente, il rumeno Alexandru che si presenta con l’anatra agli asparagi, Bastianich riesce a sputare due volte. Prima gli asparagi, poi l’anatra. La verità è che Alexandru è un vero duro, un impavido, ed entrando aveva detto: “buongiorno chef e buongiorno signor Bastianich“.
Colpito al cuore da quelle diminutio, il feroce Joe tenta di fargliela pagare, ma quegli altri due vecchi bastardi dei suoi colleghi lo mettono per l’ennesima volta in minoranza. Lui definisce il piatto “una merda” e se ne va offesissimo, mentre il concorrente, con aria serafica insiste: “signor Bastianich mi dispiace”. Il ragazzo, evidentemente, non ha idea del guaio in cui s’è cacciato.

La selezione continua con la casalinga che si presenta con le crepes (perfino impiattate a mo’ di partita a 0/X!), indignando i giudici, e con la tipa che dice che è a Masterchef per dimostrare agli amici di saper cucinare. E alla domanda “e allora perché non li inviti a cena?”, risponde “così non pulisco i piatti. Qui a Masterchef c’è chi li pulisce per me!”
Non l’avesse mai detto! Non solo la mandano via a calci in culo, ma le chiedono anche di lavare i piatti.

Arriva Geraldine, trans che vuole fare la personal chef. Alla prima inquadratura ho capito che sarebbe passata: occasione troppo ghiotta per gli autori. In più Bastianich vuole sapere tutto della sua “trasformazione”, quindi è “un grande sì”.
Dopo il momento di trasgressione arriva quello del nerd, che si presenta con dei tortelli al ragù d’anatra al cacao, e si lascia sfottere abbondantemente dai tre giudici: “ah ma tu sei intelligente, noi di solito abbiamo concorrenti stupidi, perché un’intelligente vuole partecipare a Masterchef?” Lui è totalmente in soggezione, balbetta, straparla, si autocensura, roba che nemmeno davanti al Fuhrer!
E questo ci riporta al problema principale di questo tipo di format televisivo, che è il potere psicologico dei giudici nei confronti dei concorrenti, ed il prepotente ruolo che occupano all’interno della narrazione.
Comunque alla fine Bastianich lo boccia perché troppo intelligente e taaac, gli altri due lo promuovono! Oramai è guerra aperta.

Per fortuna i tre ritrovano un punto d’incontro nel fanculizzare Jessica, che è arrivata lì con la nonna, una specie di dinosauro a metà tra Igor di Frankenstein Junior  ed un avvocato amico mio.
La ragazza però se lo merita, stavolta devo dirlo: i funghi con la panna no! Non esiste chef serio al mondo che farebbe entrare la panna nella propria cucina. Pare che successivamente la nonna abbia tentato il suicidio per aver cresciuto una nipote così.

Insomma dopo qualche altro sfigato ed un paio di bravi concorrenti, la prima parte delle selezioni si chiude, e, come preannunciato, arriva la prima sfida culinaria: i concorrenti devono preparare gli spaghetti al pomodoro. Di conseguenza arriva anche la prima strage, che miete cinque vittime tra cui Geraldine, smentendo il mio pensiero malizioso, e costringendomi a fare ammenda. Altri cinque, invece, vengono ammessi.

Nella puntata successiva i concorrenti vengono condotti per mano nel paradiso di carnivori: si ritrovano, infatti, davanti a tonnellate di carni di ogni tipo, con sei macellai muniti di coltelli e mannaie.


Le prime eliminazioni, così come le prime promozioni di questa seconda prova, avvengono già durante lo svolgimento.
Quelli che invece devono arrivare al supplizio del giudizio finale, chinano la testa e vanno avanti, pronti a sentirsi molto apprezzati, come potete capire dalla didascalia della foto qui sotto.

Joe Bastianich umilia una concorrente

Joe Bastianich umilia una concorrente

Ma non è certo lei il vero obiettivo di Bastianich che, come un felino in agguato, aspetta solo la mossa sbagliata di Alexandru, che puntualmente arriva. Lui sta sulla difensiva: “non è un piatto da presentare a due chef e ad un ristoratore come lei (e daje!)”, ma Joe sa di avere ormai la preda tra le fauci, fa il superiore e aspetta solo di poter affondare il colpo mortale. E lo affonda.
Adesso gli resta un solo vero nemico,“Grazi Grazi” Rachida (per leggere clicca qui), che per questa volta passa, ma che lui non riesce nemmeno a fingere di sopportare. Intanto sta per arrivare il turno di Margherita, la sua prediletta, e c’è un problema: i concorrenti ammessi sono già diciassette, resta un solo posto e tre piatti da valutare.
Il posto va alla gnocchetta di turno ma, a sorpresa, i giudici ammettono anche le altre due.
Insomma, la stagione si preannuncia succulenta.

C’è anche qualche nota positiva: i venti concorrenti sembrerebbero piuttosto bravi, e sono annunciate grandi sorprese soprattutto nelle sfide esterne. Vedremo a breve se il format avrà avuto davvero la capacità di innovarsi.

Naturalmente adesso, insieme alle mistery box  agli invention test, bisognerà sorbirsi anche i pianti, le gelosie e le ripicche dei concorrenti (magistralmente stuzzicati dagli chef e dal “signor Bastianich“) che le telecamere inseguiranno morbosamente. Ma gran parte del successo di Masterchef è dovuto anche a questo, quel voyeurismo insopportabile che ormai sembra il sale della tv: non può mancare. Mai.

Otello Piccoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...