Mea vulva, mea maxima vulva: Nymph()maniac il capolavoro finto porno di Lars Von Trier

Il "club delle ninfomani"

Il “club delle ninfomani”

E’ vero, su questo blog si fa critica televisiva, quindi i miei pensieri su Nynph()maniac, che ieri sono corso a vedere al cinema, li avevo relegati sulla mia pagina fb.
Ma poi, una persona a cui voglio molto bene (stavo per scrivere “una persona che stimo tanto”, ma la cosa sembrava lievemente fantozziana) mi ha detto: “scrivilo sul blog, perché quello è il tuo blog, mica la democrazia, quindi se hai voglia di farlo, ‘sti cazzi la televisione!”.
Vi sembra convincente? A me sì, quindi beccatevi questa mini recensione dell’ultimo capolavoro di Lars Von Trier.

Ieri sono andato a vedere Nymph()maniac, il nuovo lavoro del regista più cattivo del mondo.
Innanzitutto un avvertimento: se avete fatto interminabili file per Checco Zalone,o se vi sentiti raffinati intellettuali perché guardate i film di Ozptek, vi sconsiglio la visione
Continua a leggere

La notte magica di Sorrentino: Oscar per La Grande Bellezza. Gravity domina (7 statuette), ma il miglior film è 12 Anni Schiavo

Paolo Sorrentino e Toni Servillo ritirano l'Oscar per il miglior film straniero

Paolo Sorrentino e Toni Servillo ritirano l’Oscar per il miglior film straniero

Doveva essere la notte di Paolo Sorrentino e così è stato. La Grande Bellezza vince l’Academy Award for Best Foreign Language Film, altrimenti detto “Oscar per il Miglior Film Straniero“, battendo anche lo stupendo “Il Sospetto“, di Thomas Vinterberg.
Non ho nessuna voglia di fare il campanilista, per cui non blatererò sull’orgoglio italiano e roba varia, certo è che con questo successo Sorrentino riporta il nostro cinema all’attenzione del pubblico internazionale, e dimostra che c’è ancora una certa fibrillazione culturale in un Paese ormai in angosciante declino.

Il premio, a mio parere, è meritatissimo. Certo gli Oscar non sono Cannes o Berlino, eppure l’impatto che hanno sul pubblico è tale da renderli il premio più importante del cinema mondiale. Continua a leggere

Vita di Pi, il capolavoro di Ang Lee per una serata da Oscar


Oggi devo proprio prendermi una giornata di vacanza per motivi personali ma, per non farvi sentire la mancanza, ho deciso di regalarvi un mini post con un consiglio per chi sarà davanti alla tv questa  sera.
Sky, in occasione della prossima “Notte degli Oscar” (che andrà in onda domenica sera a partire dalle 22:50, e che non mancherò di recensire) ha nuovamente dedicato un canale, il 304, ai film vincitori delle statuette.
Stasera, e domani in replica alle 11:50, la tv satellitare propone uno dei film più riusciti degli ultimi 10 anni: Vita di Pi, del pluripremiato Ang Lee. Continua a leggere